E-mail marketing: perché utilizzarlo per il tuo business?

L’e-mail marketing è una delle attività di marketing che più ha preservato la sua diffusione in qualsiasi settore e business. L’utilizzo delle email, che parte già dagli anni 80′, ha ottenuto un’importanza vitale per le aziende dal decennio successivo fino ai nostri giorni. Ma quando è opportuno utilizzare questo strumento? Quali sono i suoi pro e contro? Resisteranno le email alla concorrenza di social, messaggistica, app e chatbot? Ma soprattutto, dobbiamo aspettarci che l’e-mail marketing giocherà un ruolo da protagonista anche in futuro? Seguite questo articolo e le prossime settimane perché affronteremo tutte queste tematiche.

L’e-mail marketing rimane lo strumento di comunicazione più usato da aziende per un semplice motivo: tutti posseggono una email, molte persone anzi ne hanno due, tre, quattro.. a seconda del loro lavoro e delle attività che svolgono giornalmente. Tutte le persone quindi sono potenzialmente raggiungibili. Solo i social media hanno rappresentato ed eguagliato questo strumento di comunicazione mettendo in connessione l’intera popolazione mondiale. Tuttavia, le email rimangono ancora lo strumento maggiormente internazionale: infatti diverse zone del mondo usano prevalentemente social networks differenti. Le e-mail inoltre continuano a mantenere sia una sfera privata che allo stesso tempo professionale, di cui i social non sono ancora in grado di garantire allo stesso livello.

Non è finita! Nel 2017, Adobe ha rilevato che il 61% dei consumatori preferisce ricevere informazioni e offerte dai brand via e-mail, con un incremento del 24% anno su anno a scapito di canali come app (6% dei consumatori), social media (5%), SMS (5%), telefonate dirette (4%) e chatbot (1%). Il canale email gode di 4 vantaggi principali: è un canale ad alte potenzialità di personalizzazione; produce risultati facilmente misurabili, ha costi contenuti e, dicono tutte le statistiche, un ROI molto elevato: secondo la Direct Marketing Association americana il ritorno sull’investimento dell’email è del 124%, cioè più del quadruplo di altri formati digitali, social media e search inclusi.

Nonostante alcuni vantaggi dell’e-mail marketing, è importante considerare le difficoltà che si incontrano con l’utilizzo di questo strumento. Innanzitutto, una mail spesso corre il rischio di essere automaticamente classificata come spam. Per affrontare queste problematiche vi consigliamo di utilizzare dei programmi che anche con una cifra moderata permettono di migliorare l’invio delle vostre comunicazioni grazie agli strumenti anti-spam. Un secondo problema è dato dal tasso di apertura della email stessa: anche se la comunicazione giunge nella casella principale del vostro cliente, rimane difficile riuscire a incrementare i tassi di apertura. Le stime di mercato si differenziano dal tipo di settore di riferimento, tuttavia in media si attestano intorno al 15%-20%. Il tasso di utenti che interagirà nella vostra email rispondendo o cliccando in alcuni dei link che avete proposto loro all’interno di una email rappresenta solo il 5-10% complessivo della vostra lista.

Rimane evidente come il numero di utenti che interagisce con gli invii di un’azienda rappresenta una quantità molto ridotta rispetto alla lista di invio di partenza. Le difficoltà elencate aprono tuttavia un’importante opportunità: l’email marketing è uno degli strumenti di marketing che più gode delle pratiche di ottimizzazione e A/B testing. Ormai tutte le piattaforme di Email Marketing offrono una vasta gamma di template selezionabili, elementi personalizzabili, pratiche di A/B testing sui vostri invii in automatico e uno sempre più avanzato sistema di tracciamento e analytics per raccogliere tutti i dati per l’analisi. L’Email Marketing è infatti uno degli strumenti più sensibili all’ottimizzazione in termini di tasso di apertura dell’email e CTR (click through rate).

Non fermatevi qua! Attraverso gli strumenti che vi da Google Analytics, strumento che può essere collegato alla vostra piattaforma di invio email, e i dati della piattaforma stessa, potete analizzare su quali link clicca un lettore, se l’utente arriva fino in fondo alla vostra email o considera solo i primi elementi di questa, il giorno migliore per l’invio delle vostre comunicazioni e come il tasso di apertura sia influenzato dall’orario di invio.

Insomma, l’e-mail marketing ha ancora un ruolo da protagonista in tutti i business e merita di essere considerato attentamente da ogni azienda. Voi come lo ottimizzate? Quali piattaforme e strategie preferite adottare per le vostre e-mail?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...