San Valentino: come far innamorare tutti dei vostri vini?

San Valentino è da molti considerata una festa creata dal consumismo, ma nulla toglie che siano in moltissimi a volerla festeggiare. E, come in tutte le cene, soprattutto quelle romantiche, il vino non può mancare. Come far sì che sia proprio il vostro vino ad arrivare sulla tavola dei consumatori?

Innanzitutto va compreso il luogo in cui gli innamorati berranno il vostro vino. Perchè? Il customer journey vi potrà aiutare: in base a dove sta il consumatore, gli si dovrà proporre il vino in un modo e con esperienze diverse. Tutte le persone cercano un’esperienza, e la cercano sempre di più sul Web. Questa dipende anche, tra le varie cose, dall’utilizzo che vogliono fare del prodotto che comprano. Perciò, se bevono un vino a casa, vorranno e avranno un’esperienza diversa da quando lo bevono al ristorante, e ancora se lo bevono al bar per l’aperitivo. Tutte queste diverse situazioni fanno sì che gli appassionati vengano a contatto con il vostro vino in vari modi:

  • sul Web: direttamente con voi, da amici, da pagine gestite da appassionati di vino, da wine blogger e wine influencer, ecc;
  • in enoteca: da esperti, da chi sta comprando un vino per la cena, da app come Vivino, ad esempio;
  • al ristorante: da un normale cameriere, da un sommelier esperto, ecc;
  • al bar, dal bartender, da un sommelier, da un amico, ecc;
  • ad eventi dedicati al vino o al cibo;
  • per esperienza propria;
  • o per moltissimi altri motivi e in moltissimi altri luoghi.

Insomma, il capire dove è bene essere presenti non è facile, ma è essenziale per continuare ad aumentare la forza e la diffusione del proprio marchio.

A San Valentino, un sondaggio di Wine News del 2002 ha stabilito che il 49% delle coppie preferisce cenare a casa, ed il 51% preferisce andare fuori, soprattutto al ristorante. Questi dati sono cambiati dopo quindici anni, e probabilmente si spostano verso una maggiore propensione degli innamorati a mangiare in casa, così da spendere meno. Questa nostra supposizione ci può portare ad identificare il Web e le enoteche come i canali preferiti per proporre il proprio vino, come pure i supermercati per le cantine che si rivolgono ad un target più basso. Questo significa che è opportuno utilizzare al meglio i social network per farsi conoscere, l’ e-commerce per dare la possibilità al consumatore di comprare il vino da qualsiasi posto o apparecchio elettronico, gli eventi, e la formazione di chiunque entri in contatto con il vostro cliente. Tra questi, i social network raggiungono la maggioranza delle persone e riescono, se gestiti con una comunicazione adatta, a creare awareness per il marchio e mantenerla. Quando al consumatore tipo non ricordi la presenza del tuo vino tra gli altri, è facile che tu possa perdere la fidelizzazione che avevi creato con tanti sforzi e dopo tanto tempo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...