Ferrari Trento: storia, tradizione e innovazione

Il mito Ferrari nasce nel 1902 da Giulio Ferrari e dal suo sogno di creare in Trentino un vino capace di confrontarsi con i migliori Champagne francesi. Ferrari inizia a produrre un vino esclusivo, di qualità e riservato ai pochi. Solo nel 1952, Bruno Lunelli, proprietario di un’enoteca e poi successore di Giulio Ferrari, decide di aumentare la produzione di questo vino, ma senza mai scendere a compromessi con la qualità. Ora l’azienda è gestita dalla terza generazione della famiglia Lunelli ed ha obiettivo di innovare nel solco della tradizione, portando Ferrari nel mondo quale ambasciatore dell’Arte di Vivere Italiana.

Nel nostro articolo vogliamo presentarvi proprio la comunicazione social di questo vino rinomato, che riesce davvero a fondere e trasmettere tradizione e innovazione.

Già nel sito internet della cantina si può notare come la tradizione, i valori ed il luogo siano enfatizzati perchè ritenuti elementi chiave della forza di questa realtà, chiamata “La Casa” e non semplicemente “Azienda”. I valori sono l’eccellenza, che nasce proprio con Giulio Ferrari e viene tramandata come fondamento dell’azienda, la cura del territorio, che permette di raggiungere la qualità voluta, e l’innovazione attraverso ricerca e sperimentazione.

Tutti questi valori però non sono solo rispettati dalla cantina, ma – cosa molto importante e che deve necessariamente andare di pari passo alle azioni – sono comunicati a tutti coloro che conoscono, o vogliono conoscere, questa “casa”. Ecco dove si inseriscono i social network. Nel seguire il valore dell’innovazione e per comunicare tutti i valori di Ferrari, i social sono un elemento chiave. Perciò vediamo la cantina presente in Facebook, Twitter, Instagram, Google+ e YouTube. Noi analizzeremo brevemente solo i primi tre.

Facebook
I post su Facebook sono molto frequenti, quasi giornalieri, soprattutto nel periodo in cui in assoluto questo vino viene bevuto di più: Natale e Capodanno. Tutti i copy (le didascalie dei post) sottolineano l’unicità ed il carattere speciale ed indimenticabile del Ferrari, che accompagna i momenti più belli di ognuno di noi, condividendoli con noi. La condivisione, oltre che essere l’elemento chiave del funzionamento dei social network, è anche ciò che rende il Ferrari così amato, perchè è vicino ad ognuno dei suoi consumatori come in una “grande famiglia”. Due concetti si fondono insieme: l’unicità elitaria – e quindi la diversità rispetto agli altri vini – di un vino di qualità e l’unione / appartenenza ad una realtà più grande. Queste caratteristiche sono i fili conduttori di tutta la comunicazione Ferrari Trento, che parte dal chiamare l’azienda “La Casa” e continua nel sottolineare il “piacere di stare insieme”.

Twitter
Anche qui su Twitter le due linee guida di cui abbiamo appena parlato sono preponderanti. Come in Facebook, la campagna #TheItalianTag viene lanciata per coinvolgere i follower e farli sentire ancora più parte di una singola realtà guidata da Ferrari Trento, realtà che è tutta italiana – come capiamo dall’hashtag. Già il titolo della campagna ci vuole ricordare che, sebbene i social facciano parte dell’innovazione (uno dei valori dell’azienda), la cantina è sempre legata alla sua tradizione (altro valore della “casa”). Ed ecco che tutti i valori vengono uniti e comunicati in ogni momento e in ogni punto del customer journey, così da ricordarli e fissarli bene nella mente dei consumatori.Come “richiesto” dai tweet, gli hashtag sono superiori in numero rispetto a quelli di Facebook, dove non danno molti risultati. I copy qui sono più corti perchè Twitter dà solo 140 caratteri a disposizione: per avere una coerenza tra i vari canali comunicativi, bisogna veicolare gli stessi messaggi nei vari social, ma qui è necessario farlo in modo sintetico e non è facile.

Instagram
Instagram è un canale dove foto e hashtag sono importantissimi (per saperne di più, leggete il nostro articolo). Infatti troviamo hashtag anche nella descrizione dell’azienda “Ferrari, founded in 1902, represents the Italian art of living worldwide with its #Trentodoc #sparkling wines, created using the traditional method.” che con le sue parole rimanda alla tradizione, anche se l’inglese fa capire il carattere internazionale di questo vino.
Le foto hanno tutte un impatto visivo molto forte e molte sono le stesse che troviamo negli altri profili analizzati, in modo tale da dare una coerenza e una continuità alla comunicazione. La maggior parte delle descrizioni veicola i valori dell’azienda, non il prodotto, che invece è presente con preponderanza nelle immagini. Questo perchè ciò che conta è entrare nella mente del consumatore con un’immagine ed un significato che siano il più possibile conformi a quelli che l’azienda dà a se stessa, soprattutto nel caso dei vini, dove il gusto fa il resto ma viene dopo lo status che il prodotto indica. Gli hashtag utilizzati nelle descrizioni delle foto sono pochi, ma molto precisi e ripetuti insistentemente, così da essere facilmente memorizzati e riutilizzati dai follower. Anche qui le foto sottolineano unicità, eleganza, condivisione e tradizione italiana.

In conclusione, le tre best practices della comunicazione vengono utilizzate da Ferrari Trento con un’efficienza straordinaria. Questo case study che vi abbiamo proposto è un esempio da seguire, mantenendo però sempre in mente i propri valori e la propria storia, così da riuscire a comunicare al meglio se stessi.

One thought on “Ferrari Trento: storia, tradizione e innovazione

  1. Pingback: Foss Marai: innovare lo spumante italiano attraverso la comunicazione digitale | Voce al Vino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...